Alla manifestazione partecipa Manuel Bayeler che ci farà ascoltare la musica delle piante. Per chi fosse curioso di sapere di che cosa si tratta, ecco la sua spiegazione:


La musica delle piante
Gli studi sull’intelligenza, sulla memoria e sulle capacità delle piante hanno fatto nascere una “nuova” scienza: la neurobiologia, che indirizza la maggior parte delle proprie ricerche allo studio della capacità delle piante di comunicare a livello sottile, ad esempio emettendo feromoni, suoni inudibili o segnali odorosi. Rimane indubbio che le piante comunicano e che ormai si parla di “intelligenza vegetale” e di network biologici che sotto i nostri piedi nell'ecosistema del suolo sono un continuo va e vieni di informazioni.  Le esperienze più avanzate, nell’ambito della comunicazione tra esseri umani e vegetali, sono quelle della “Musica delle Piante” dove si va a tradurre la resistenza del sistema linfatico della pianta ossia le variazioni elettromagnetiche della superficie delle foglie e del loro sistema di radici, in suono. Ciascuna pianta ha un suo modo e tono di musica differente, una sua voce diversa e melodiosa a seconda della sua struttura, tra erba, arbusto o albero, e secondo le sue caratteristiche.




Casacattaneo Incontri - Tutti i diritti sono riservati

 .